(+39) 06.83.77.25.47
info@assorimap.it
 

ASSORIMAP

AS5OCIAZIONE NAZIONALE RICICLATORI
E RIGENERATORI MATERIE PLASTICHE

 

STATUTO ASSORIMAP
(approvato dall’Assemblea Straordinaria dei Soci del 14 marzo 2016)

 
 Articolo 1 - COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE
1.1
L’Associazione di categoria denominata “Associazione Nazionale Riciclatori e Rigeneratori Materie Plastiche”, in forma abbreviata ASSORIMAP (di seguito anche solo “Associazione”) è stata costituita nel 1978, a Milano, ed è retta dalle norme del presente Statuto.
1.2
L'Associazione ha sede legale in Roma, Via del Poggio Laurentino 11, e sede operativa in Roma, in Via Livenza 7, e può costituire sezioni o uffici in altre località nazionali e/o estere.
 
Articolo 2 - SOCI
2.1
SOCI EFFETTIVI - Possono essere associate con la qualifica di Soci Effettivi di ASSORIMAP, le imprese italiane - in qualunque forma costituite - che effettuano principalmente operazioni di rigenerazione e/o riciclo di materie plastiche approvvigionandosi di scarti, rifiuti e/o avanzi da fonti esterne all’Azienda (produttori di materie prime, trasformatori, distribuzione, agricoltura, R.SU. ecc.) o la cui quantità di materiale destinato al riciclaggio e/o rigenerazione proveniente da scarti/rifiuti e/o avanzi di produzione interna, sia nettamente inferiore rispetto a quella acquisita dall’esterno.
2.2
SOCI EFFETTIVI SOSTENITORI - Possono essere associate con la qualifica di Soci Effettivi Sostenitori di ASSORIMAP le imprese che, oltre a possedere i requisiti, di cui al precedente punto 2.1, per essere associate con la qualifica di Soci Effettivi, abbiano una capacità installata di riciclo superiore a 20.000 ton/anno e si impegnino a finanziare le attività dell’associazione, nell’ambito degli scopi perseguiti dalla medesima, con una quota Associativa annuale, definita dall’Assemblea.
2.3
SOCI AGGIUNTIVI - Possono essere associate con la qualifica di Soci Aggiuntivi di ASSORIMAP le imprese italiane - in qualunque forma costituite - che effettuano marginalmente o parzialmente operazioni di selezione e/o di rigenerazione e/o riciclo di materie plastiche utilizzando scarti, rifiuti e/o avanzi provenienti in misura comparabile sia da fonti esterne (produttori di materie prime, trasformatori, distribuzione, agricoltura, R.S.U. ecc.) che da attività interne all’impresa stessa. Possono essere associate altresì le imprese italiane o estere in qualsiasi forma costituite - che nell’ambito delle attività esercitate, coinvolgono totalmente, o in parte, i materiali polimerici in operazioni quali la produzione e la trasformazione di materie prime, la progettazione e realizzazione di impianti e tecnologie di riciclaggio, la raccolta e la selezione di scarti, rifiuti e/o avanzi e altre attività affini agli scopi di ASSORIMAP.


2.4
SOCI AGGREGATI - Possono essere associati quali Soci Aggregati le Associazioni o Federazioni che statutariamente condividano con ASSORIMAP obiettivi  e/o interessi.


Articola 3 - SCOPI E FUNZIONI
3.1
L’Associazione, costituita per coordinare i Soci nell’attuazione dei comuni interessi, non ha finalità politiche né può avere vincoli con partiti politici, non può svolgere attività politica né attività lucrative.
3.2
L’Associazione ha i seguenti scopi:
a) rappresentare i Soci e il settore del riciclaggio delle materie plastiche, nei limiti del presente Statuto, nei rapporti con le istituzioni e le amministrazioni, con le organizzazioni economiche, politiche, sindacali e sociali e con ogni altra componente della società;
b) organizzare, con mezzi propri o di terzi, ricerche e studi, dibattiti e convegni su temi economici e sociali e su problematiche di interesse categoriale;
c) organizzare, con mezzi propri o di terzi, manifestazioni fieristiche, pubblicazioni, portali internet e attività promozionali;
d) realizzare ogni altra iniziativa di interesse generale dei Soci,


Articolo 4 - FONDO COMUNE
4.1
Il fondo comune dell’Associazione è così costituito:
a) dai contributi associativi di cui all’articolo 7;
b) dagli eventuali residui delle gestioni annuali;
c) dalle somme accantonate, per qualsiasi scopo, finché non siano erogate;
d) dagli interessi attivi e dalle eventuali altre rendite patrimoniali;
e) dalle erogazioni e dai lasciti a favore dell’Associazione e dalle eventuali devoluzioni di beni ad esse fatte a qualsiasi titolo;
f) dai contributi e proventi vari derivanti da partecipazione a iniziative fieristiche, editoriali ecc., a progetti regionali, nazionali ed europei ecc.,
4.2
Il Consiglio Direttivo provvede all’amministrazione del fondo comune.
4.3
E’ fatto divieto di distribuire utili o avanzi di gestione durante la vita dell’Associazione.


Articolo 5 - ADESIONE INDIVIDUALE DIRETTA - AMMISSIONE DEI SOCI - DURATA DEL RAPPORTO ASSOCIATIVO
5.1
L’impresa o l’ente interessato ad aderire all’Associazione, in qualità di Socio Effettivo, Socio Effettivo Sostenitore, Socio Aggiuntivo  o Socio Aggregato devono presentare domanda di ammissione al Consiglio Direttivo ASSORIMAP.
La domanda deve essere corredata da scheda dì adesione contenente tutte e indicazioni richieste.
5.2
Sull’ammissione dei Soci delibera il Consiglio Direttivo.
5.3
Il rapporto associativo ha la durata di 2 anni che decorrono dal momento in cui la domanda di adesione viene accettata. L’adesione s’intende tacitamente rinnovata di biennio in biennio, se non viene data disdetta da parte del Socio con lettera raccomandata A.R. o tramite via e-mail/PEC che dovrà pervenire ad ASSORIMAP almeno tre mesi prima della scadenza. Per i primi due anni di adesione, il rapporto associativo decorre dalla data di accettazione dell’iscrizione fino alla fine dell’anno solare successivo a quello di iscrizione, fermo restando l’obbligo di corresponsione dei contributi secondo quanto stabilito all’articolo 7.


Articolo 6 - DIRITTI E OBBLIGHI DEI SOCI
6.1
L’adesione dà diritto al Socio Effettivo ed al Socio Effettivo Sostenitore di avvalersi dì tutte le prestazioni erogate dall’Associazione.
6.2
L’adesione dà diritto al Socio Aggiuntivo o Aggregato di avvalersi delle prestazioni erogate dall’Associazione, secondo i criteri e le modalità definite dal Consiglio Direttivo.
6.3
I Soci sono tenuti all’osservanza delle norme del presente Statuto e delle deliberazioni degli Organi Sociali, nonché dello Statuto e del Regolamento delle Federazioni e/o delle Associazioni alle quali ASSORIMAP aderisce. E’ fatto, altresì, obbligo ai Soci di esercitare la propria attività nel pieno rispetto dei principi di deontologia professionale, imprenditoriale e industriale e, comunque, in modo da non pregiudicare l’immagine della categoria e/o dei suoi appartenenti.


Articolo 7 - CONTRIBUTI
7.1
Tutte le categorie di Soci sono tenute a corrispondere ad ASSORIMAP entro il primo trimestre di ogni anno solare un contributo annuo ordinario.
7.2
La misura dei contributi è stabilita di anno in anno dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo entro il 31 dicembre dell’anno precedente cui si riferisce il versamento.
7.3
Qualora l’Assemblea omettesse di determinare, nel termine sopraindicato, la misura de! contributo per l’anno successivo, il contributo viene confermato nello stesso importo dell’anno precedente.
7.4
In caso di adesione di un Socio in corso d’anno il contributo associativo annuale sarà conteggiato in quadrimestri a partire da quello di adesione o secondo Accordi definiti dalla Direzione  e dalla Presidenza.
7.5
Su proposta del Consiglio Direttivo l’Assemblea può deliberare contributi straordinari obbligatori a carico dei Soci Effettivi e dei Soci Effettivi Sostenitori.
7.6
La mancata contribuzione nei termini comporta la sospensione/perdita dei diritti del Socio, ivi compreso il diritto al voto in Assemblea. Le azioni di recupero del credito sono definite dal Consiglio Direttivo.


Articolo 8 - CESSAZIONE DELLA QUALITA’ Dl SOCIO - SANZIONI
8.1
L’inadempimento agli obblighi previsti dal presente Statuto rende il Socio passibile, alternativamente o anche cumulativamente, delle seguenti sanzioni:
a) censura scritta e motivata;
b) sospensione dal diritto ad intervenire in Assemblea e nelle riunioni dei Gruppi merceologici;
c) decadenza dalle cariche direttive ricoperte nell’Associazione e nei Gruppi merceologici;
d) decadenza dalle cariche ricoperte, su nomina dell’Associazione e/o dei Gruppi merceologici, in Associazioni, Fondazioni, Istituzioni pubbliche e private comprese le Istituzioni specializzate — Consorzi, Società, Enti e Organizzazioni nazionali, esteri e sovranazionali;
e) sospensione dall’elettorato attivo e passivo;
f) sospensione dai diritti di Socio e da ogni attività dell’Associazione e dei Gruppi merceologici, per la durata massima di sei mesi, fermo restando l’obbligo di corrispondere i contributi dovuti in relazione al tempo di durata della sanzione;
g) esclusione del Socio.
L’irrogazione delle sanzioni è di competenza esclusiva del Consiglio Direttivo, fatta eccezione per la sanzione di cui alla precedente lettera g), che deve essere deliberata dall’Assemblea, nei casi, nei termini e con le modalità stabilite dal successivo punto 8.2.
8.2
La qualità di Socio viene a cessare:
a) per recesso comunicato ai sensi dell’articolo 5 del presente Statuto;
b) per il venir meno - dopo accertamento da parte del Consiglio Direttivo, su segnalazione del Socio stesso o di altra fonte - dei requisiti per l’ammissione del Socio. La risoluzione non esenta il Socio dal pagamento dei contributi associativi che in ogni caso sono dovuti fino a tutto il biennio in corso con esigibilità coattiva da parte dell’Associazione del contributi associativi dovuti e non corrisposti;
c) per morosità del Socio, trascorso un semestre dal termine annuale di pagamento come stabilito dall’articolo 7, che sia stato preventivamente messo in more dalla direzione ASSORIMAR con raccomandata A.R. . La cessazione opera allo scadere del biennio in corso, fatta salva la esigibilità coattiva da parte dell’Associazione dei contributi associativi dovuti e non corrisposti;  la situazione di morosità priva il Socio del diritto di voto in Assemblea e determina la sua ineleggibilità negli organi dell’Associazione;
d) per inadempienza degli obblighi assunti dal Socio a norma del presente Statuto previa contestazione scritta a mezzo di lettera raccomandata A.R. o via e-mail/PEC da parte della direzione ASSORIMAP; decorsi dieci giorni dalla data di ricevimento, durante i quali il Sodo interessato può far pervenire le proprie giustificazioni per iscritto, il Consiglio Direttivo rimette la decisione dell’esclusione da ASSORIMAP all’Assemblea, che decide a maggioranza. L’esclusione non esenta il Socio dal pagamento dei contributi associativi che in ogni caso sono dovuti fino a tutto il biennio in corso con esigibilità coattiva da parte dell’Associazione dei contributi associativi dovuti e non corrisposti;
e) per cessazione o trasformazione dell’attività dell’azienda documentata nei modi di legge, segnalata al Consiglio Direttivo e accertata dal medesimo.
8.3
In ogni caso di cessazione o esclusione dei Socio, così come in caso di avvenuta irrogazione di sanzioni, la direzione ASSORIMAP deve darne comunicazione al Socio interessato, a mezzo lettera raccomandata A.R e/o via e-mail/PEC.


Articolo 9 - ORGANI DELL’UNIONE
Sono Organi di ASSORIMAP:
a) l‘Assemblea;
b) il Consiglio Direttivo;
c) il Presidente;
d) i due Vice-Presidenti;
e) i due Revisori dei Conti;
f) i tre Probiviri;
g) I Coordinatori dei Gruppi Merceologici
 
Articolo 10 - ASSEMBLEA COSTITUZIONE ADUNANZE - CONVOCAZIONE - DELIBERAZIONI
10.1
L’Assemblea è costituita dai Soci Effettivi e dai Soci Effettivi Sostenitori di ASSORIMAP,  i quali vi partecipano per mezzo di un loro legale rappresentante o di altra persona inserita nell’organizzazione della impresa associata, munita di semplice delega scritta.
10.2
L’Assemblea ha luogo in via ordinaria almeno una volta all’anno in una data dal 1 marzo al 30 giugno in via straordinaria ogni qualvolta il Presidente o il Consiglio Direttivo — con delibera a maggioranza - lo ritenga necessario o quando venga richiesta da almeno il 50% dei Soci Effettivi/Soci Effettivi Sostenitori.
10.3
L’Assemblea è convocata dal Presidente mediante fax o raccomandata A.R. o con e-mail/PEC spedita almeno 15 giorni prima della data della riunione, a tutti i Soci Effettivi e a tutti i Soci Effettivi Sostenitori, con l’indicazione del luogo, giorno e ora della riunione e delle questioni poste all’ordine del giorno.
In caso di urgenza, purché non per i punti a), f), g), h) dell’articolo 11 e per quanto contemplato all’articolo 17 l’Assemblea può essere convocata mediante fax  o con e-mail trasmesso almeno 5 giorni prima, contenente le predette indicazioni.
10.4
Sulla base delle quote annuali di base per il riconoscimento dello Status delle diverse tipologie di Socio, definite dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo, viene riconosciuto un diritto di voto secondo le seguenti determinazioni: 1 voto i Soci Effettivi in regola con il versamento della quota base come deliberata annualmente; 2 voti i Soci Effettivi Sostenitori in regola con il versamento della quota base come determinata annualmente; 3 voti i Soci Effettivi Sostenitori in regola con un versamento della quota pari ad almeno il doppio della quota base di Socio Effettivo Sostenitore. Per le votazioni relative alla modifica dello Statuto ogni Socio accreditato esprime solo 1 voto
10.5
Ogni Socio Effettivo o Effettivo Sostenitore può farsi rappresentare in Assemblea da un altro Socio Effettivo o Effettivo Sostenitore mediante semplice delega scritta o comunque secondo le norme del codice civile .
10.6
Ogni Socio abilitato al voto può essere portatore di tre deleghe da parte di altri. Nel caso di aziende appartenenti a uno stesso Gruppo imprenditoriale, il Socio può rappresentarle tutte, senza limite alcuno.
10.7
L’Assemblea è presieduta dal Presidente ASSORIMAP e, in caso di sua assenza o di impedimento, dal Vice-Presidente anziano. All’inizio della riunione, il Presidente chiama il Direttore ASSORIMAP o uno degli Associati o un notaio a fungere da Segretario e designa, se necessario, due Associati quali Scrutatori.
Le deliberazioni dell’Assemblea sono riportate in un verbale sottoscritto dal Presidente e dal Direttore/Segretario.
10.8
L’Assemblea per essere validamente costituita in prima convocazione deve registrare la presenza del 75%  della somma dei voti dei componenti accreditati; in seconda convocazione si costituisce validamente con la presenza del 51% degli stessi voti.
10.9
Per le deliberazioni è necessaria la maggioranza dei voti espressi  dai presenti aventi diritto, ad eccezione delle delibere per l’elezione del Presidente  e per la modifica dello Statuto che richiedono il voto favorevole di 2/3 dei voti.
In caso di mancato raggiungimento del quorum dei 2/3 dei voti dei presenti validamente accreditati, per l’elezione del Presidente si procede ad una nuova adunanza assembleare, nei tempi definiti dall’Assemblea, ed a una nuova conseguente deliberazione con un quorum elettivo pari al 51% dei voti dei presenti validamente accreditati, quorum valido solo per   gli stessi candidati.
10.10
I sistemi di modalità di votazione sono stabiliti dall’Assemblea su proposta del Presidente, salvo che per le deliberazioni relative alle cariche associative, per le quali si procede mediante scrutinio segreto salvo che l’Assemblea, all’unanimità, non deliberi diversamente.
10.11
L’intervento e l’espressione del voto in sede assembleare da parte dei Soci Aggregati e dei Soci Sostenitori sono regolati dal successivo articolo 18.


Articolo 11 - ATTRIBUZIONI DELL’ASSEMBLEA
Sono di competenza dell’Assemblea:
a) l’elezione del Presidente dell’Associazione, dei due Revisori e dei due Probiviri con mandato triennale;
b) approvazione del programma del Presidente;
c) la determinazione delle direttive di massima sull’attività dell’Associazione, su proposta del Consiglio Direttivo;
d)  la definizione delle intese ed aggregazioni con altre Associazioni in Italia e all’estero, aventi obbiettivi similari e/o compatibili con quelli dell’Associazione stessa, nonché partecipazioni a Federazioni aventi gli stessi interessi riguardanti i settori imprenditoriali che svolgono servizi ambientali, comprese le attività di gestione dei servizi e degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti urbani e speciali, Il rapporto di adesione a tali Federazioni è regolamentato da apposite Convenzioni, le cui condizioni possono essere oggetto di modifica ed integrazioni concordate tra le parti, in linea con le delibere dell’Assemblea ASSORIMAP.
e) l’esame de bilancio preventivo e consuntivo e relative deliberazioni;
f) la determinazione - su proposta del Consiglio Direttivo - dei contributi ordinari di cui all’articolo 7 del presente Statuto;
g) l’elezione dei membri del Consiglio Direttivo con mandato triennale, in numero di 7 di cui almeno due espressione dei Soci Effettivi, in base a candidature raccolte dal Consiglio Direttivo uscente e comunicate a tutti i Soci almeno 30 giorni prima dell’Assemblea; fra i 7 Consiglieri eletti, il Presidente designa  i due Vice-Presidenti (ved. articolo 16);
h) l’esclusione dei Soci;
i) le modifiche dello Statuto vagliate dal Consiglio Direttivo e approvate dall’Assemblea con il voto favorevole dei 2/3 dei Soci Effettivi e/o Effettivi Sostenitori presenti;
l) lo scioglimento dell’Associazione secondo quanto definito dall’articolo 17.


Articolo 12 - GRUPPI TECNOLOGICI E MERCEOLOGICI
12.1
Nell’ambito dl ASSORIMAP, al fine del miglior conseguimento degli scopi associativi, con esclusivo riferimento a esigenze dl carattere tecnologico e mercantile, le imprese associate si possono costituire In Gruppi.
12.2
 Per la costituzione dì un gruppo è necessaria l’adesione di un minimo di 3 imprese; ogni singolo gruppo può definire un proprio regolamento le cui norme non devono essere in contrasto con quelle del presente Statuto.
12.3
La costituzione del Gruppo e il suo eventuale regolamento deve esser previamente segnalata e autorizzata dal Consiglio Direttivo.
12.4
Gli iscritti a ciascun Gruppo eleggono il Coordinatore - unico rappresentante all’esterno dell’attività del Gruppo medesimo - con mandato triennale, la cui scadenza coincide con il termine di durata in carica del Consiglio Direttivo, a cui è accreditato.
12.5
Le deliberazioni dei Gruppi anche qualora non siano in contrasto con le direttive di carattere generale dell’Associazione, devono essere attuate previa approvazione del Consiglio Direttivo dell’Associazione.
12.6
La copertura finanziaria delle spese derivate dai programmi di attività proposte formulate dai Gruppi e delle attività di specifico interesse dl ciascun Gruppo deve essere garantita totalmente dalle Aziende facenti parte dei Gruppi.


Articolo 13 - CONSIGLIO DIRETTIVO
13.1
 Il Consiglio Direttivo è composto da:
 il Presidente;  due Vice-Presidenti; cinque Consiglieri nominati dall’Assemblea con mandato triennale; il Past-President, per un triennio.
13.2
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno quattro volte all’anno, oppure ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure ove venga richiesto per iscritto alla direzione ASSORIMAP da almeno 3 dei componenti del Consiglio.
13.3
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente dell’Associazione mediante telefax o con e-mail spedito almeno 10 giorni prima della data dell’adunanza, con l’indicazione del luogo, giorno e ora della riunione e dell’ordine del giorno da trattare. In caso di urgenza il Consiglio Direttivo può essere convocato per telefax o con e-mail/PEC, almeno 5 giorni prima della data dell’adunanza.
13.4
Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide quando è presente almeno la metà più uno dei suoi componenti. Ogni componente ha diritto a un voto.
13.5
Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti spettanti ai presenti senza tener conto degli astenuti: in caso di parità di esito, nelle votazioni palesi, prevale il voto del Presidente.
13.6
Le proposte, gli interventi, le conclusioni, le deliberazioni e le votazioni vengono riportate in un resoconto da approvarsi nella riunione immediatamente successiva del Consiglio Direttivo, ma inviato ai componenti entro 7 giorni dopo ciascuna riunione per eventuali richieste scritte di modifica da indirizzare al Direttore ASSORIMAP.

13.7
Nel caso venga a mancare un Consigliere durante il biennio in carica - per dimissioni o perché il Consigliere lascia l’impresa Associata di appartenenza all’atto dell’elezione da parte dell’Assemblea - esso viene sostituito dal primo dei non eletti in Assemblea.
Il Consigliere cosi nominato rimane in carica sino alla scadenza normale del Consiglio Direttivo.
13.8
L’assenza - se non giustificata da gravi e palesi motivi - di un Consigliere per tre riunioni consecutive comporta la decadenza dello stesso dalla carica, con subentro automatico da parte del primo dei non eletti dall’Assemblea dei Soci.
13.9
La partecipazione alle riunioni del Consiglio Direttivo non è delegabile.


Articolo 14 - ATTRIBUZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo:
a) designa i rappresentanti ASSORIMAP presso Enti, Amministrazioni, Commissioni ed organizzazioni in genere;
b) predispone il bilancio preventivo e consuntivo ai fini delle successive deliberazioni dell’Assemblea;
c) provvede all’attuazione delle deliberazioni dell’Assemblea;
d) delibera sull’ammissione di nuove aziende;
e) delibera sulla costituzione dei Gruppi e sul loro eventuale regolamento e mantiene il collegamento tra i Gruppi, per il necessario coordinamento dell’attività dell’Associazione;
f) promuove e attua quanto sia ritenuto utile per il raggiungimento degli scopi statutari;
g) propone all’Assemblea la misura dei contributo annuale secondo quanto previsto dall’articolo 7;
h) propone all’Assemblea le candidature per l’elezione degli organi ASSORIMAP, accertando per ciascun candidato le sue prerogative imprenditoriali o di ampia responsabilità nelle aziende di appartenenza;
i) nomina due Vice-Presidenti, su proposta del Presidente;
i) provvede all’amministrazione del fondo comune;
l) delibera in ordine al rapporto contrattuale con il Direttore/Segretario.
 
Articolo 15 –  PRESIDENTE
15.1
Il Presidente è eletto, preferibilmente tra i Soci Effettivi Sostenitori, sulla base di candidature pervenute in forma semplice al Direttore/Segretario nei 30 giorni antecedenti l’Assemblea. Qualora le candidature pervenute non siano espressione della categoria dei Soci Effettivi Sostenitori, non si applicano le procedure di riduzione del quorum elettivo previste dall’articolo 10, punto 9 del presente Statuto.
In ogni caso le candidature che non rappresentano Soci Effettivi e Soci Effettivi Sostenitori, devono essere approvate dal Consiglio Direttivo con un quorum di 2/3 dei presenti.
 15.2
 Il Presidente è eletto dall’Assemblea dei Soci Effettivi ed Effettivi Sostenitori alla quale presenta il proprio programma dl attività per un triennio.
15.3
Il Presidente dura in carica tre anni e non può esser eletto  per più di due mandati consecutivi; può essere eventualmente rieletto decorsi tanti mandati pari a quanti ne sono stati assunti.
15.4
Il Presidente ha, a tutti gli effetti, la rappresentanza legale dell’Associazione nei confronti del terzi e in giudizio, con facoltà di agire e resistere, nominando avvocati e procuratori alle liti. Può conferire ai Vice-Presidenti e/o al singoli Consiglieri deleghe per il compimento di singoli atti nell’ambito dell’ordinaria amministrazione.
15.5
Il Presidente presiede l’Assemblea e il Consiglio Direttivo e sovraintende all’attuazione delle deliberazioni, prendendo i provvedimenti occorrenti per lo svolgimento dell’attività dell’Associazione.
15.6
In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le sue attribuzioni sono esercitate dal Vice-Presidente anziano.


Articolo 16 - VICE-PRESIDENTI
Il Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente, nomina due Vice-Presidenti, che collaborano con il Presidente nella realizzazione del programma di attività e nella conduzione dell’Associazione.
Il mandato dei Vice-Presidenti e i termini di rieleggibilità coincidono con quelli dei Presidente.


Articolo 17 - SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
17.1
Lo scioglimento dell’Associazione può essere deliberato dall’Assemblea con il voto favorevole di almeno 3/4 dei voti spettanti agli aventi diritto.
17.2
Deliberandosi io scioglimento dell’Associazione, l’Assemblea procederà contestualmente e con successiva delibera alla nomina di uno o più liquidatori con il compito di procedere all’estinzione degli oneri e delle passività nonché alla realizzazione dell’attività e alla ripartizione dei residui attivi sotto il controllo dell’Assemblea stessa e, per quanto di competenza, degli altri organi dell’Associazione che restano in carica sino a liquidazione avvenuta.
17.3
Dopo il pagamento di ogni onere e passività, il residuo fondo comune sarà devoluto ad altre Associazioni con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, secondo le deliberazioni dell’Assemblea stessa.


Articolo 18 - SOCI AGGIUNTIVI E AGGREGATI
Al fine dì consentire, nei rapporti con l’Associazione, una base di dialettica democratica, ai Soci Aggiuntivi ed Aggregati è riconosciuto il diritto di ricevere la convocazione dell’Assemblea e di intervenirvi a mezzo di uno o più delegati appositamente eletto/i da una loro assemblea parziale, a mezzo del/dei quale/i hanno altresì diritto dì esprimere nell’Assemblea dell’Associazione il proprio orientamento su ciascuna delle questioni oggetto di trattazione.
Tale orientamento espresso mediante il delegato ha, peraltro, sempre carattere meramente consultivo e mai vincolante e conseguentemente non hanno diritto di voto..


Articolo 19 - REVISORI DEI CONTI
I Revisori dei Conti sono due Soci Effettivi non appartenenti al Consiglio Direttivo, relazionano all’Assemblea e hanno funzione di controllo amministrativo. Durano in carica tre anni e non possono essere rieletti dall’Assemblea un’altra volta consecutivamente. In caso di mancata elezione dei Revisori dei Conti il controllo amministrativo viene svolto da qualificata società o consulente che redige un bilancio certificato.

Articolo 20 - COLLEGIO DEI PROBI VIRI
Il Collegio dei Probiviri, eletto dall’Assemblea, è composto da due Soci non appartenenti al Consiglio Direttivo o loro delegati di specchiata probità. I Probiviri durano in carica tre anni e non possono essere rieletti un’altra volta consecutivamente.
Spetta al Collegio dei Probiviri l’interpretazione del presente Statuto. Spetta al Collegio, anche su istanza di una sola parte, ogni iniziativa per la risoluzione di eventuali controversie fra i Soci o fra Soci e Organi direttivi dell’Associazione.


Articolo 21 - DIRETTORE
Il direttore ASSORIMAP, nominato dal Consiglio Direttivo su proposta del Presidente e sotto il controllo del Presidente stesso e del Consiglio Direttivo, provvede all’attuazione delle delibere dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, nel rispetto dello Statuto; gestisce l’attività ordinaria dl tutti gli uffici di segreteria dell’Associazione; mantiene i contatti operativi con Istituzioni, Associazioni, Enti, Consorzi, Consulenti ecc. nei confronti dei quali l’Assemblea e/o il Consiglio Direttivo di ASSORIMAP hanno definito finalità comuni, intese, accordi di collaborazione ecc.; partecipa senza diritto di voto all’Assemblea e a tutte le riunioni di tutti gli organi dell’Associazione e dei Gruppi tecnologici e merceologici. In merito alle diverse iniziative tiene informato il Presidente e, in occasione delle rispettive riunioni, il Consiglio Direttivo e i Gruppi tecnologici e merceologici, informando con regolarità tutta la base Associativa mediante circolari, notiziari ecc.
 
Articolo 21 bis – SEGRETARIO
Il Segretario viene nominato dal Consiglio Direttivo su Proposta del Presidente in alternativa al Direttore, sotto il controllo del Presidente stesso e del Consiglio Direttivo, cura l'attività di segreteria degli Organi dell'Associazione e presenzia le riunioni degli stessi Organi; supporta la Presidenza nell'attuazione delle linee deliberate dal Consiglio e dall'Assemblea; svolge attività di informazione ai Soci; cura le mansioni esecutive dell'Ufficio.   
Articolo 22 - NORME TRANSITORIE
Le modifiche statutarie entrano in vigore il giorno successivo alla loro approvazione da parte dell’Assemblea dei Soci ASSORIMAP.
Il termine triennale delle cariche di Presidente, Vice Presidenti, Consiglieri, Revisori dei Conti e Probiviri ha inizio dai momento delle loro elezioni.


HOME | L'ASSOCIAZIONE | NEWS | PHOTOGALLERY | VIDEO NEWS | ATTIVITÀ E SERVIZI | LINK
 


 
ASSORIMAP
CONTATTI:
 
pinVia Livenza, 7
00198 - Roma


telefono(+39) 06.83.77.25.47

telefono

COPYRIGHT ©  Assorimap - COD. FISCALE 04138900156 - Tutti i diritti riservati














 

Una realizzazione Logo Srl